Paramorfismi e dismorfismi ( dorso curvo, scoliosi, iperlordosi lombare, piede piatto, ginocchia valghe etc...) in  età evolutiva e loro esiti negli adulti. 

Quando ci si riferisce ai paramorfismi, vediamo come le alterazioni della morfologia corporea siano il risultato di posizioni scorrette e atteggiamenti posturali disfunzionali che con il tempo sono causa di dolore.

I paramorfismi di solito sono forme reversibili che si possono correggere attraverso esercizi specifici di rieducazione posturale, sono in generale forme transitorie, che non comportano, se trattate adeguatamente, alterazioni delle strutture scheletriche. Tuttavia anche se nella maggioranza dei casi i paramorfismi sono forme reversibili (spesso regrediscono spontaneamente), devono comunque essere diagnosticate precocemente per essere trattate con successo.
Nell'età dello sviluppo queste alterazioni morfologiche non devono essere sottovalutate e trascurate altrimenti si possono trasformare in forme assai più gravi che causano modificazioni della struttura scheletrica meglio conosciute come dismorfismi.

I dismorfismi portano a delle modificazioni strutturali della normale morfologia corporea che, per essere corrette, necessitano di un trattamento ortopedico adeguato.
Anche se i dismorfismi sono forme più importanti rispetto ai paramorfismi, se trattati precocemente e con interventi adeguati possono migliorare, ma al contrario, trascurati e sottovalutati si aggravano e progressivamente provocano disturbi funzionali.

Di seguito, elencheremo quelle forme che rappresentano le più frequenti alterazioni morfologiche che hanno la comune caratteristica di manifestarsi o svilupparsi nel corso dell'età evolutiva.

  • Piede piatto dell'adolescenza
  • Ginocchio valgo dell'adolescenza

Le accentuazioni delle curve fisiologiche del rachide:

  • Cifosi dorsale
  • Lordosi lombare

Deviazioni laterali del rachide:

  • Atteggiamento scoliotico
  • Scoliosi

È stato analizzato come l'età evolutiva rappresenti nella vita dell'individuo uno stadio nel quale si verificano rapide e delicate ristrutturazioni sia di ordine fisico che psichico le quali possono essere la causa di un disordine posturale.
Il piede piatto, il ginocchio valgo e le alterazioni delle normali curve fisiologiche del rachide, ne costituiscono le forme più rappresentative.
Possiamo inoltre aggiungere che l'origine di alcune malattie degenerative dell'età adulta come per esempio l'artrosi, le tendinopatie, le discopatie, le ernie discali, le meniscopatie, possono avere origine proprio da disordini posturali giovanili che sono stati trascurati.

La rieducazione posturale è un intervento complesso e multidimensionale avente come finalità delle modificazioni sia dell'assetto posturale del soggetto ma anche e soprattutto del suo comportamento posturale generale.

La postura è essenzialmente un tratto individuale, e anche la sua correzione riguarda un ambito strettamente individuale che non prescrive "ricette preconfezionate" poiché gli "ingredienti" che devono essere usati su ciascun individuo sono uno diverso dall'altro non solo nella misura ma anche nella natura e composizione degli stessi.

A prescindere dalla metodologia usata, l'obiettivo finale sarà quello di rendere la "struttura alterata" più funzionale possibile "liberandola" da tensioni che creano vizi posturali sia in condizioni statiche che dinamiche del soggetto.
Il soggetto che compie questo percorso sarà il vero protagonista dell'intervento posto in essere. È a lui che dovranno essere forniti gli strumenti che gli consentiranno di modificare per quanto sarà possibile le strutture alterate per poi rielaborare in una fase successiva gli schemi posturali compromessi.

La Rieducazione Posturale attraverso il Metodo Feldenkrais realizza i seguenti obiettivi:

  • Recupero del movimento funzionale (compreso un ampliamento del range articolare)
  • Educazione allo schema corporeo
  • Potenziamento dei muscoli della dinamica
  • Ascolto, presa di coscienza e rinforzo dei muscoli della statica 
  • Educazione respiratoria
  • Presa di coscienza delle parti del corpo e delle relazioni funzionali 

Attraverso la dolce manipolazione del corpo le tensioni e gli squilibri spariscono e l'organismo ritrova il suo naturale assetto. Ciò che viene modificato nelle Sedute Individuali viene poi esplorato, rinforzato e stabilizzato nel lavoro di gruppo, vere sequenze motorie e funzionali che permettono di esplorare attivamente una gamma molto vasta del movimento umano

 
 Cookie

Condividi

Carrello